POSIZIONE DEI LAVORATORI DIPENDENTI E AUTONOMI DELLA ZONA ROSSA

Notizie dal Comune, EMERGENZA CORONAVIRUS    3/03/2020

L’art, 1 comma 1 lettera “m” del DPCM 01/03/2020 ha disposto “la sospensione dello svolgimento delle attività lavorative per i lavoratori residenti o domiciliati, anche di fatto, nel comune o nell’area interessata, anche ove le stesse si svolgano fuori da uno dei comuni  di cui all’allegato 1”. Tra i predetti Comuni rientra anche quello di SAN FIORANO.

A tal proposito si rendono note alcune misure contenute nel Decreto Legge n. 9 del 02.03.2020 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 53 del 02.03.2020) avente ad oggetto: “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”

– cassa integrazione ordinaria: per le unità produttive operanti nei comuni elencati e per i lavoratori domiciliati (il ricorso alla cassa integrazione è esteso ai datori di lavoro iscritti al Fondo di Integrazione Salariale FIS);

– possibilità di sospensione della Cassa Integrazione Straordinaria: per le imprese che vi avessero fatto ricorso prima dell’emergenza sanitaria e sostituzione con Cassa Integrazione Ordinaria;

– cassa integrazione in deroga: per i datori di lavoro del settore privato, compreso quello agricolo, con unità produttive operanti nei comuni elencati e per i lavoratori ivi domiciliati, che non possano beneficiare dei vigenti strumenti di sostegno al reddito, per la durata della sospensione del rapporto di lavoro e comunque per un periodo massimo di tre mesi;

– indennità di 500 euro al mese, per un massimo di tre mesi, per i lavoratori che hanno rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, per gli agenti commerciali, per i professionisti e per i lavoratori autonomi (compresi i titolari di attività di impresa iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria – AGO) domiciliati o che svolgono la propria attività nei comuni elencati, parametrata alla effettiva durata della sospensione dell’attività.

LINK

GAZZETTA UFFICIALE N.53 DEL 02.03.2020

Torna all'inizio dei contenuti